Premio Nazionale Bioarchitettura 2011
 
 
 

Conferimento Premio Nazionale di BioArchitettura®
COSTRUIRE NEL COSTRUITO / RECUPERARE L’ESISTENTE 2011

La giuria del Premio si è riunita il giorno 14 maggio 2012 a Roma, presso la sede ANCE .

Hanno partecipato al Concorso n. 55 progettisti o studi di progettazione per un totale di 63 opere realizzate o progettate.

Si è proceduto attraverso due fasi di analisi dei progetti che hanno portato ad una selezione di 16 proposte che la giuria ha ritenuto di particolare interesse e oggetto di approfondimento di giudizio.

A seguito quindi di un’attenta valutazione degli elaborati progettuali, la Giuria ha deciso unanimemente di attribuire n. 3 Premi , n. 1 Menzione Speciale e n. 1 Segnalazione, in particolare:

 

Primo Premio
ZENALE BUILDING RENOVATION- MILANO
Arch. Filippo Taidelli

Premio assegnato con la seguente motivazione:
Affronta e risolve in modo chiaro e misurato  i 3 temi proposti dal Bando del Premio:

  1. il rapporto con il contesto – Il corpo di fabbrica affacciato sul giardino viene completamente ristrutturato chiarendo i rapporti volumetrici in relazione all’intorno e creando due nuove facciate capaci sia di rapportarsi con l’esistente che di rappresentare il nuovo nell’ottica di una responsabilità ambientale.
  2. il disegno delle facciate - Il rapporto pieno/vuoto e il ritmo del partito di facciata viene definito in coerenza al trattamento dei due distinti corpi  di fabbrica che vengono individuati in seguito all’intervento di riqualificazione dell’esistente.
  3. il disegno degli infissi – L’infisso si lega strettamente al disegno della facciata e quindi al tema posto al centro dal progetto stesso. Al di là della efficace  soluzione architettonica, il disegno dell’infisso nei suoi particolari costruttivi rappresenta, la migliore soluzione tecnologica e costruttiva, tra quelle proposte dai vari progetti in concorso,  in particolare per quanto riguarda il rapporto tra  finestra, vano e involucro murario.

Secondo Premio
FABBRICA NUOVA – MURANO
Arch. Massimo Gin

Premio assegnato con la seguente motivazione:
Il restauro sapiente e corretto dell’edificio industriale trova nel disegno della facciata e delle finestrature un momento particolarmente interessante, capace di contribuire efficacemente alla riqualificazione dell’esistente in relazione al contesto.  Il disegno dell’infisso, esemplare sul piano del dettaglio tecnico, dialoga con la tradizione introducendo al contempo elementi particolari come la partizione metallica sovrapposta all’esterno del vetro. L’intervento di recupero ripropone, in forma contemporanea, i parametri relazionali di spazio e tempo, intesi come riferimento ai luoghi e alla storia. 

Terzo Premio
Restauro e riuso di un borgo agricolo - Val Tidone (PC)
Arch. Sonia Calzoni

Premio assegnato con la seguente motivazione:
Il rispetto per la natura dei luoghi e la qualità del recupero dei fabbricati agricoli, incentrato sullo studio di una facciata/involucro apribile che risolve i problemi di sicurezza e di schermatura rimandando alle trame ad aria passante degli annessi agricoli tradizionali, fanno di questo intervento un esempio per il recupero dei numerosissimi borghi agricoli sparsi nel territorio. La qualità ambientale complessiva viene raggiunta come somma di singole azioni virtuose,  realizza un paesaggio ad inurbamento diffuso in cui l’uomo possa vivere nel verde e in maggior contatto con la natura

Menzione Speciale
Scuola Don Milani - Faenza
Arch. Lucien Kroll

La Giuria ha così motivato:
Una realizzazione che interpreta in modo libero e fuori dall'ordinario le esigenze di una committenza di bambini che vedono rappresentati in essa i loro desideri, materializzati nella realtà degli insiemi, intesi come alleanza tra l’abitante e la sua abitazione.

 

Segnalazione per innovazione di prodotto
La finestra diodo mediterranea
Arch. Francesco Ferrara

La Giuria ha così motivato:
Elemento progettuale bioclimatico, interagente con le dinamiche del clima e congruente con le opportunità offerte dalla collocazione geografica con valutazioni prestazionali, attraverso  tecnologie integrate e sistema di raffrescamento naturale

 

In data da definire, presumibilmente tra la fine del prossimo mese di giugno e i primi 15 giorni di luglio si terrà la Cerimonia di Premiazione in cui verrà consegnata ai premiati una targa di riconoscimento ed il Premio in denaro così articolato:

Al Primo classificato sarà assegnato un Premio di € 5.000,00 .

Al Secondo classificato sarà assegnato un Premio di € 3.000,00

Al Terzo classificato sarà assegnato un Premio di € 2.000,00 .

 

Nel rinnovare, le nostre più vive congratulazioni e nel ringraziarla per l’attenzione, inviamo i nostri più cordiali saluti.

 


IL PREMIO
Come partecipare

Questo Premio, giunto alla seconda edizione, ha origine dall'esigenza di attirare l'attenzione sull'importanza del recupero del patrimonio architettonico in Italia e di sensibilizzare le amministrazioni locali verso interventi rispettosi della qualità del costruire, dalla riscoperta di principi dimenticati, che fanno sì che oggi non sia più concepibile progettare in assenza di un credo ambientale e che non sia sufficiente progettare interventi eco-sostenibili e bio-compatibili, sottolineando l’importanza fondamentale delle relazioni con lo spazio e il tempo che i singoli interventi vengono a stabilire. Progetto del nuovo e ristrutturazione dell’esistente non hanno differenze sostanziali se non la diversità di elementi fisici cui relazionarsi: al centro vi è la qualità sociale del vivere, l’appartenenza al luogo geografico e sociale, la salvaguardia del intreccio di relazioni stratificatesi attraverso il tempo nelle città. “...Basti pensare ai quartieri storici delle città italiane preziosissime, ai piccoli paesi con case magari vecchie, dove però la comunità vive serenamente, perché esiste la qualità delle relazioni, dei rapporti,che permette di realizzare luoghi accoglienti a cui le persone possano affezionarsi e che siano portati a conservare e migliorare, dove si sentono a casa, dove esiste un luogo con la sua cultura, immagine, tradizione, maniera di cucinare, il suo dialetto e la speciale relazione tra le persone, tutti segni comuni per potersi riconoscere come comunità, che può essere anche solo la ringhiera di un balcone o una finestra socchiusa.” (Ugo Sasso)

La partecipazione richiede specifica domanda di adesione, come da Allegato “A” del presente Regolamento, da scaricare cliccando il link seguente:
http://www.bioarchitettura-premio.it/ALLEGATO_A.pdf

La domanda di partecipazione dovrà pervenire insieme alla documentazione del Progetto partecipante al Premio entro il
31 marzo 2012 a:
IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura
via Crescenzio 16, 00193 Roma


La partecipazione al Premio comporta il versamento di una quota d’iscrizione di 50,00 Euro, da versarsi tramite bonifico bancario intestato a:
IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura
Conto Corrente Bancario presso Credito Artigiano - sede di Roma via San Pio X n. 6/10
Codice IBAN: IT 56 V 03512 03200 0000 0000 9533
specificando la causale “Iscrizione al Premio “Bioarchitettura”, edizione 2011”.

Ogni singolo progetto presentato dovrà essere accompagnato da specifica domanda di partecipazione e relativa quota di iscrizione come specificato dall’art. 5 del presente regolamento.


REGOLAMENTO

Art. 1 - FINALITÀ E CONTENUTI
Uno degli elementi alla base del costruire è il dialogo con il contesto architettonico, paesaggistico ed ambientale in senso lato. Scopo del Premio è quello di contribuire alla ristrutturazione ed all’innesto di nuove qualità nelle nostre realtà territoriali dove le dimensioni contenute implicano maggior impegno culturale da parte delle amministrazioni e dei cittadini.
Le proposte presentate dovranno testimoniare nel loro insieme, ma anche attraverso un particolare costruttivo, la presenza di tale dialogo, teso anche a valorizzare ciò che il contesto già comprende, attraverso le ristrutturazioni, privilegiando la relazionalità espressa con gli spazi pubblici e semipubblici.

Art. 2 - PARTECIPANTI
La partecipazione è aperta a progettisti liberi professionisti e/o istituzioni pubbliche (progettazione interna) che abbiano progettato, a partire da gennaio 2001, interventi di nuova edilizia o di recupero di edifici esistenti e che documentino particolare attenzione alla qualità delle facciate esterne con previsione di serramenti in legno di qualsiasi tipo che affrontino problemi di protezione e/o oscuramento e/o ventilazione e/o schermatura e/o produzione energetica, ecc. Detti serramenti, con particolare attenzione al clima mediterraneo, possono anche essere non realizzati ma progettati, in sostituzione, perfezionamento e/o miglioramento di quelli adottati.
La partecipazione può essere individuale o in gruppo; ad ogni effetto del presente regolamento un gruppo di concorrenti avrà, collettivamente, gli stessi diritti di un singolo concorrente; ogni gruppo di progettazione dovrà nominare, con delega sottoscritta da tutti i partecipanti, un suo componente quale responsabile a rappresentarlo in tutti i rapporti con gli enti banditori.
(reperibile al link: http://www.bioarchitettura-premio.it/ALLEGATO_NominaCapogruppo.pdf)
A tutti i componenti partecipanti sotto forma associata o in raggruppamento temporaneo è riconosciuta, a parità di titoli e diritti, la paternità delle proposte o del progetto partecipante al Premio.

Art. 3 - SEZIONI DI PARTECIPAZIONE
Il Premio è suddiviso in due sezioni:
interventi di nuova costruzione;
interventi di recupero di edifici esistenti.
Tenendo conto di quanto presentato dai partecipanti, è facoltà della Giuria la subarticolazione per ambiti territoriali con diverse caratteristiche ambientali e climatiche.

Art. 4 - MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione richiede specifica domanda di adesione, come da Allegato “A” del presente Regolamento, reperibile al link:
http://www.bioarchitettura-premio.it/ALLEGATO_A.pdf
La domanda di partecipazione dovrà pervenire insieme alla documentazione del Progetto partecipante al Premio entro il
31 marzo 2012 a: IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura, via Crescenzio 16, 00193 Roma.
La partecipazione al Premio comporta il versamento di una quota d’iscrizio­ne di 50,00 Euro, da versarsi tramite bonifico bancario intestato a: IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura, Conto Corrente Bancario presso Credito Artigiano - sede di Roma via San Pio X n. 6/10. Codice IBAN: IT 56 V 03512 03200 000000009533, specificando la causale “Iscrizione al Premio “Bioarchitettura”, edizione 2011”.
Ogni singolo progetto presentato dovrà essere accompagnato da specifica domanda di partecipazione e relativa quota di iscrizione come specificato dall’art. 5 del presente regolamento.

Art. 5 - DOCUMENTAZIONE RICHIESTA
Tutta la documentazione e gli elaborati utili alla presentazione del progetto, sia grafici che di testo, relativi all’esperienza da sottoporre alla valutazione, devono essere redatti in lingua italiana.
Tutta la documentazione dovrà pervenire in un unico plico, contenente:
- copia della domanda di adesione, come da ALLEGATO A, che presenta i dati identificativi dei partecipanti (nome, cognome, firma e titolo professionale del singolo partecipante, nonché nome, cognome, firma, degli eventuali altri componenti del gruppo; nome, cognome, qualifica e indicazione della natura della consulenza e/o collaborazione di eventuali consulenti e/o collaboratori) e la loro qualifica all’interno di un gruppo;
- una copia cartacea della documentazione utile a presentare il progetto par­tecipante, raccolta in un fascicolo in formato A3 di max 6 cartelle, contenente fotografie, grafici progettuali e una relazione di presentazione che evidenzi la rispondenza delle finalità del Premio richieste all’Art. 1 del pre­sente Regolamento;
- na copia digitale di tutte le immagini (fotografie, grafici, testi) contenute nel fascicolo di cui al punto b), in formato PDF, JPG, TIFF a risoluzione minima 300dpi;
dichiarazione di inesistenza di cause di esclusione stabilite dal successivo art. 8, come da ALLEGATO B. in caso di partecipazione in forma associata o in raggruppa­mento temporaneo tale dichiarazione deve essere resa separatamente da ciascun soggetto partecipante;
- nomina del capogruppo e delega a questo, da parte degli altri componenti il gruppo, alla gestione dei rapporti con gli enti banditori;
- copia del bonifico bancario attestante l’avvenuto versamento della quota d’iscrizione.
Il plico di spedizione del materiale dovrà riportare l’identificazione del nome del soggetto partecipante, del suo recapito postale, la dicitura “Partecipa­zione al Premio Bioarchitettura edizione 2011” e dovrà pervenire esclusivamente per posta a mezzo raccomandata a/r, o tramite corriere, entro le ore 18.00 del
31 marzo 2012 a: IN/ARCH - Istituto Nazionale di Architettura, via Crescenzio 16, 00193 Roma

Art. 6 - CHIARIMENTI
Eventuali richieste di chiarimenti dovranno pervenire via e-mail entro il
15 febbraio 2012 all’indirizzo: desk@bioarchitettura-premio.it
Le risposte saranno pubblicate in una pagina specifica sul sito: www.premiobioarchitettura.it

Art. 7 - GIURIA
La giuria è composta da:
Carlo Albertini, presidente LegnoFinestraItalia
Paolo Buzzetti, presidente ANCE – Associazione Nazionale Costruttori Edili
Massimo Pica Ciamarra, vicepresidente IN/ARCH
Rob Krier, architetto Berlino
Andrea Margheri, economista e direttore della rivista “Argomenti umani”
Wittfrida Mitterer, direttore della rivista Bioarchitettura
Giuseppe Vallifuoco, consigliere IN/ARCH
Le sedute della giuria saranno valide con la presenza della maggioranza dei componenti e le decisioni saranno prese a maggioranza. Dei lavori della giuria sarà tenuto un verbale redatto dal segretario. La giuria definirà una graduatoria motivata per tutti i concorrenti, eventualmente raggruppati per categorie omogenee di giudizio. Le decisioni della Giuria sono inappellabili.

Art. 8 - ESCLUSIONI
Non possono concorrere direttamente o indirettamente al Premio:
- i componenti della Giuria;
- i componenti della Segreteria del Premio;
- i coniugi, i parenti affini fino al terzo grado compreso, dei componenti delle categorie sopraccitate;
- i sostenitori del Premio, nelle forme possibili di partecipazione e nelle categorie sopra elencate.

Art. 9 - ASSEGNAZIONE PREMIO
Il lavoro di valutazione della Giuria si concluderà entro il 30 maggio 2012.
La Giuria, con specifica motivazione, assegnerà il Premio al migliore o ai migliori progetti pervenuti, avendo a disposizione la somma di Euro 10.000 (diecimila/00 Euro). Il premio in denaro assegnato si intende comprensivo di eventuale contributo previdenziale soggettivo e dell'IVA.
La Giuria, inoltre, potrà esprimere anche “Menzioni di merito” sui progetti partecipanti.
Oltre al premio in denaro, il Premio:
- garantisce la realizzazione del migliore dettaglio progettuale conferendo una royalty per un periodo di 10 anni;
- assegna targhe di riconoscimento istituzionale;
- assicura la pubblicazione del progetto sulla rivista specializzata Bioarchitettura in forma estesa con il commento di studiosi ed esperti di architettura sostenibile.
L’erogazione dei premi, in caso di raggruppamenti, avverrà nei confronti del soggetto individuato quale capogruppo.
Il Premio sarà assegnato personalmente ai vincitori in occasione di una manifestazione pubblica appositamente organizzata nella quale è prevista l’esposizione di sintesi di tutti i progetti ammessi. A tale riguardo potrà essere richiesto l’invio di elaborati in formato e modalità congrue per l’uso espositivo.
L’esposizione dei progetti in forma palese e la loro pubblicizzazione e pubblicazione non comporta alcun compenso specifico ai progettisti.
Gli elaborati resteranno a disposizione dei concorrenti che potranno ritirarli a loro spese entro 60 giorni dalla apposita comunicazione di restituzione degli elaborati. Trascorso tale termine gli enti banditori non saranno più tenuti a rispondere della conservazione degli elaborati.
La presentazione stessa degli elaborati costituisce, fin d’ora, accettazione di quanto sopra e, quindi, autorizzazione del concorrente alla pubblicazione e alla diffusione del materiale presentato.
L’assegnazione del Premio sarà comunicata ai vincitori a mezzo e-mail certificata almeno due settimane prima della consegna ufficiale.
 

     




Premio Nazionale Bioarchitettura 2011

     

Bioarchitettura®
C.P. 61 - 39100 Bolzano
T. +39.0471.973097